Michelle Hunziker e Aurora Ramazzotti, il momento buio: «Litigavamo tanto, io volevo solo bere e limonare…»

Michelle Hunziker e Aurora RamazzottiMichelle Hunziker e Aurora Ramazzotti stanno attraversando un periodo d’oro: per la prima volta insieme al timone di una trasmissione “Vuoi scommettere?”, Michelle come conduttrice e la figlia nel ruolo di inviata. Ma, come in tutte le famiglie, anche il duo di mamma e figlia più famoso della tv avrebbe avuto il suo «momento buio».

Come riporta il sito ilGiornale, in un’intervista al magazine F le due showgirl avrebbero raccontato del «momento più difficile», circa due anni fa. «C’è stato un lungo periodo – avrebbe spiegato Aurora – in cui litigavamo spessissimo. Un momento di rottura che però è stato importante per creare un nuovo legame. È stato poco prima che andassi a vivere da sola, verso i miei 18 anni. Facevo cazzate su cazzate». E mamma Michelle: «Lì, ha rischiato davvero di perdersi».

Aurora avrebbe continuato: «Era un periodo complicato. Lei aveva le bambine piccolissime, poi c’era il marito (Tomaso Trussardi, ndr), che carinamente ci teneva a me quindi mi stava addosso anche lui. Ma io volevo solo andare in giro a fare casino, ubriacarmi, limonare, ma lo facevo troppo e spingevo troppo, anche oltre quello che sapevo lei avrebbe sopportato. Un giorno le ho detto ‘Vado a vivere da sola’, vediamo come va senza di loro».

«Era l’unico modo perché capisse come è la vita – avrebbe concluso Michelle -. Aveva iniziato a guadagnare bene grazie a XFactor e se ti succede quando sei così giovane è un attimo rovinarsi. Un genitore ha il compito di non farti sbattere contro il muro e crearti danni permanenti. Con Aurora ci siamo andati molto vicino, anche fisicamente. È proprio nel momento in cui il figlio vuole allontanarsi che il genitore deve essere attentissimo: è un momento critico e rischia di perderlo».

Michelle Hunziker e Aurora Ramazzotti, il momento buio: «Litigavamo tanto, io volevo solo bere e limonare…»ultima modifica: 2018-05-24T11:49:31+02:00da elliaellia
Reposta per primo quest’articolo